INGVCENTRO​NAZIONALE​TERREMOTI
Sala Sismica

Terremoto di magnitudo Md 1.2 del 16-02-2016 ore 18:02:17 (Italia) in zona: 3 km NW Pieve Torina (MC)

Un terremoto di magnitudo Md 1.2 è avvenuto nella zona: 3 km NW Pieve Torina (MC), il

  • 16-02-2016 17:02:17 (UTC)
  • 16-02-2016 18:02:17 (UTC +01:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 43.06, 13.02 ad una profondità di 15 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

Ricerca terremoti: Qualsiasi nel raggio di 30 km

I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare tali stime.

3 km NW Pieve Torina (MC)
Visualizza la localizzazione con

Comuni entro 20 km dall'epicentro

Le distanze sono calcolate in base alle coordinate geografiche del Municipio (Istat).
Comune Prov Dist Pop Cum Pop
Pieve Torina MC 3 1458 1458
Muccia MC 3 915 2373
Pievebovigliana MC 5 866 3239
Serravalle di Chienti MC 6 1070 4309
Fiordimonte MC 6 202 4511
Monte Cavallo MC 8 145 4656
Camerino MC 9 6974 11630
Sefro MC 11 422 12052
Fiastra MC 12 559 12611
Acquacanina MC 13 121 12732
Pioraco MC 14 1134 13866
Visso MC 15 1107 14973
Fiuminata MC 16 1402 16375
Ussita MC 16 444 16819
Castelraimondo MC 17 4587 21406
Bolognola MC 18 142 21548
Serrapetrona MC 19 966 22514
Caldarola MC 19 1823 24337
Nocera Umbra PG 19 5839 30176

Città più vicine con almeno 50000 abitanti

Il terremoto è stato localizzato
28 Km a E di Foligno (57155 abitanti)
52 Km a E di Perugia (166134 abitanti)
63 Km a NE di Terni (111501 abitanti)
72 Km a NW di Teramo (54892 abitanti)
74 Km a SW di Ancona (100861 abitanti)
85 Km a NW di L'Aquila (69753 abitanti)
87 Km a S di Fano (60888 abitanti)
95 Km a S di Pesaro (94582 abitanti)
Sismicità recente e storica
Pericolosità sismica
Mappe di scuotimento
Mappa del risentimento sismico
Effetti del terremoto in scala MCS dai questionari su web

Effetti del terremoto in scala MCS dai questionari su web

In questa mappa è riportata la distribuzione degli effetti del terremoto sul territorio, espressi in termini di intensità in scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg). Le intensità sono determinate considerando tutte le segnalazioni pervenute dai cittadini con la compilazione dell'apposito questionario al sito web www.haisentitoilterremoto.it. I dati così raccolti sono trattati con un filtro automatico di tipo statistico, ma non sono verificati singolarmente. In particolare le intensità maggiori o uguali al grado 6 della scala MCS necessitano della verifica sul posto da parte di personale specializzato. Le dimensioni dei cerchi sono proporzionali al numero di questionari elaborati per ciascun comune per ottenere la stima dell'intensità, mentre i colori si riferiscono alle intensità associate ad ogni comune in scala MCS. La stella viola è l’epicentro del terremoto avvenuto. Questa mappa viene aggiornata ogni qualvolta i cittadini compilano nuovi questionari. In alto a destra sono mostrati il numero dei questionari elaborati per ottenere la mappa stessa, e la data e l’ora dell’ultimo aggiornamento.
Cronologia delle localizzazioni calcolate
Tipo Tempo origine (UTC) Latitudine Longitudine Magnitudo Profondità (km) Ora pubblicazione (UTC) Autore ID Localizzazione
Rev 100 2016-02-16
17:02:17
43.06 13.02 Md 1.2 15 2016-02-16
17:12:33
Sala Sismica INGV-Roma 23517311
Migliore localizzazione e migliore magnitudo calcolate finora.
Parametri della migliore localizzazione

Localizzazione

Campo Valore
Tempo (UTC) 2016-02-16 17:02:17 ± 0.1
Latitudine 43.06 ± 0.00
Longitudine 13.02 ± 0.01
Profondità (km) 15 ± 1 (from location)
Metodo di valutazione manual
Stato della valutazione reviewed
Versione 100 -> SURVEY-INGV
Tipo di evento earthquake
ID localizzazione 23517311

Incertezze

Campo Valore
Tipo di incertezza uncertainty ellipse
Semi-asse maggiore dell'ellisse di confidenza (metri) 501
Semi-asse minore dell'ellisse di confidenza (metri) 376
azimuth dell’asse maggiore dell’ellisse di confidenza (gradi) 68
Regione di confidenza sul piano orizzontale espressa mediante singolo valore di incertezza (metri) 500
Livello di confidenza dell'incertezza (%) 68

Qualità

Campo Valore
Maggiore gap azimutale nella distribuzione delle stazioni all'epicentro 99
Numero di fasi associato indipendentemente se utilizzate nella localizazzione (determinazione dell'Origin') 18
Numero di fasi 18
Scarto quadratico medio dei residui di tempo risultanti dal calcolo del tempo origine (Origin) della localizzazione (sec) 0.21
Distanza epicentrale della stazione piu' vicina (gradi) 0.05486
Distanza epicentrale della stazione piu’ lontana (gradi) 0.30037
Numero di stazioni in cui l’evento e’ stato osservato 9
Numero di stazioni usate nel calcolo dell'Origin 9
Parametri della magnitudo

Md:1.2

Campo Valore
Valore 1.2
Incertezza 0.3
Num. stazioni usate 3
Tipo di magnitudo Md
Localizzazione di riferimento 23517311
Agenzia INGV
Autore Sala Sismica INGV-Roma
Tempo di creazione (UTC) 2016-02-16 17:12:33
Tempi di arrivo
SCNL Time Uncertainty Polarity Evaluation_mode Phase Azimuth Distance Takeoff_angle Residual Weight
IV.FOSV.EHE. 2016-02-16T17:02:24.42 0.3 undecidable manual P 321 0.3004 102 -0.18 69
IV.EL6.EHZ. 2016-02-16T17:02:24.12 0.3 undecidable manual P 12 0.2752 103 -0.06 71
IV.ASSB.HHZ. 2016-02-16T17:02:23.39 0.6 undecidable manual P 266 0.2644 104 -0.61 41
IV.NRCA.HHZ. 2016-02-16T17:02:23.64 0.1 positive manual P 163 0.2374 107 0.08 96
IV.GUMA.HHE. 2016-02-16T17:02:23.64 0.6 undecidable manual P 89 0.2302 108 0.2 47
IV.SNTG.HHZ. 2016-02-16T17:02:22.98 0.1 undecidable manual P 343 0.2023 111 -0.01 97
IV.FIU1.HNE. 2016-02-16T17:02:22.20 0.1 undecidable manual P 333 0.143 123 0.11 96
IV.FEMA.HNZ. 2016-02-16T17:02:21.76 0.3 undecidable manual P 167 0.1007 136 0.23 71
IV.FDMO.HHZ. 2016-02-16T17:02:21.06 0.1 undecidable manual P 116 0.0549 154 -0.02 100
Ampiezza e Magnitudo per ciascuna stazione
SCNL mag Generic_amplitude Period Type Category Unit Time_window_reference
IV.FDMO.HHZ. Md:0.9 7 END duration s
IV.SNTG.HHZ. Md:1.4 11 END duration s
IV.NRCA.HHZ. Md:1.4 12 END duration s
IV.EL6.EHZ. Md:1.5 13 END duration s
TDMT - Time Domain Moment Tensor
Meccanismi focali nell'area
Download
Tipo Descrizione Link
QuakeML - small Event, Origin, FocalMechanism Download
QuakeML - full Event, Origin, FocalMechanism, Amplitude, Arrival, Pick, Station Magnitude Download